ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
BLOG

Pronti, Partenza, Oblitera! 11/07/2019
Pronti, Partenza, Oblitera!

Il fatidico giorno dell’aumento dei biglietti ATM è arrivato. Dal 15 luglio Milano non sarà più la stessa e sfoggerà un sistema tariffario più simile ad altre città europee.

I cambiamenti sono molti e hanno lasciato un po’ tutti in confusione, ma dopo aver letto questo articolo potrete avventurarvi nella nuova giungla urbana senza esitazione.

Partiamo dalla suddivisione in zone del territorio. Dimenticatevi dell’area urbana ed extra urbana (tranne che per i mensili e gli annuali, ma ci arriveremo), ora Milano e provincia sarà divisa in fasce dalla Mi1 che rappresenta il Centro assoluto, alla Mi9 che accarezza il Ticino.

In soldoni, Milano Milano sarà compresa nella zona Mi1-Mi3, che equivale alla zona urbana attuale più 21 comuni confinanti con essa e Rho Fiera. Col nuovo biglietto base sarà possibile quindi viaggiare sulle linee 1, 3 e 5 della metro, mentre la 2 è valida da Assago Milanofiori Forum e da Abbiategrasso Chiesa Rossa, fino a Cologno Nord e Cascina Burrona comprese.

Quanto costa?

Il biglietto nella nuova area urbana Mi1-Mi3 costerà 2,00 euro e nei suoi 90 minuti di validità, permetterà di usare ogni mezzo di trasporto pubblico, sia per l’andata che per il ritorno, cosa che finora era impossibile, perché usciti dalla metro non ci si poteva rientrare senza acquistarne un altro. Ogni zona aggiuntiva costerà 40 centesimi in più e aggiungerà 15 minuti alla validità del biglietto.

Cosa viene eliminato?

Il classico biglietto urbano da 1,50 euro non sarà l’unico a sparire, verranno cancellati anche i settimanali 2x6, gli abbonamenti studenti (sostituiti da quelli giovani), il bigiornaliero urbano, la corsa notturna e il serale.

Agevolazioni

L’abbonamento studenti è stato trasformato in giovani, quindi anche senza andare all’Università, tutte le persone Under 26 potranno avere uno sconto del 25% sul mensile o annuale. Stesso sconto per gli Over 65, mentre chi appartiene a nuclei famigliari con attestazione ISEE non superiore a 6,000 euro, avranno una decurtazione pari all’85%. I minori di 14 anni viaggeranno gratis.

Mensile e annuale

Gli abbonamenti a lungo periodo rimarranno validi fino allo scadere degli stessi, pertanto chi ha fatto l’annuale a gennaio 2019 non dovrà preoccuparsi fino a gennaio 2020.

Sì, ma alla fine, conviene?

I cambiamenti sono molti, così come i prezzi aumentati. L’integrazione di Rho Fiera nella fascia base è senza dubbio una piacevole aggiunta per chi prende i mezzi saltuariamente o chi una volta all’anno va alla Fiera dell’Artigianato o al Salone del Mobile, ma non tange le migliaia di pendolari che ogni giorno si recano nella metropoli dal vasto hinterland. Il prezzo dal capolinea della Rossa è diminuito sul biglietto singolo, ma non sugli abbonamenti, che continueranno a intendere la tariffa urbana alla vecchia maniera.

In dettaglio:

• Urbano 1,50€ > 2,00€ (comprende però Rho Fiera e può essere utilizzato più volte nella sua durata)
• Giornaliero 4,50€ > 7,00€
• Settimanale 11,30€ > 17,00€
• Mensile Urbano 35€ > 39€
• Mensile Mi1-Mi3 50€
Annuale Urbano 330€ RIMANE INVARIATO (è escluso Rho Fiera)
• Annuale Mi1-Mi3 460€

A chi finora è andato avanti di mensile in mensile, consigliamo caldamente di passare all’annuale, perché avrà un risparmio di oltre 130€ (senza contare le chilometriche file il primo del mese per il rinnovo). Infine vi avvisiamo che i biglietti acquistati prima del 15 luglio, avranno 90 giorni di validità a partire da questa data, quindi dovranno essere utilizzati entro il 12 ottobre 2019.




11/07/2019
Pronti, Partenza, Oblitera!

Il fatidico giorno dell’aumento dei biglietti ATM è arrivato. Dal 15 luglio Milano non sarà più la stessa e sfoggerà un sistema tariffario più simile ad altre città europee.

I cambiamenti sono molti e hanno lasciato un po’ tutti in confusione, ma dopo aver letto questo articolo potrete avventurarvi nella nuova giungla urbana senza esitazione.

Partiamo dalla suddivisione in zone del territorio. Dimenticatevi dell’area urbana ed extra urbana (tranne che per i mensili e gli annuali, ma ci arriveremo), ora Milano e provincia sarà divisa in fasce dalla Mi1 che rappresenta il Centro assoluto, alla Mi9 che accarezza il Ticino.

In soldoni, Milano Milano sarà compresa nella zona Mi1-Mi3, che equivale alla zona urbana attuale più 21 comuni confinanti con essa e Rho Fiera. Col nuovo biglietto base sarà possibile quindi viaggiare sulle linee 1, 3 e 5 della metro, mentre la 2 è valida da Assago Milanofiori Forum e da Abbiategrasso Chiesa Rossa, fino a Cologno Nord e Cascina Burrona comprese.

Quanto costa?

Il biglietto nella nuova area urbana Mi1-Mi3 costerà 2,00 euro e nei suoi 90 minuti di validità, permetterà di usare ogni mezzo di trasporto pubblico, sia per l’andata che per il ritorno, cosa che finora era impossibile, perché usciti dalla metro non ci si poteva rientrare senza acquistarne un altro. Ogni zona aggiuntiva costerà 40 centesimi in più e aggiungerà 15 minuti alla validità del biglietto.

Cosa viene eliminato?

Il classico biglietto urbano da 1,50 euro non sarà l’unico a sparire, verranno cancellati anche i settimanali 2x6, gli abbonamenti studenti (sostituiti da quelli giovani), il bigiornaliero urbano, la corsa notturna e il serale.

Agevolazioni

L’abbonamento studenti è stato trasformato in giovani, quindi anche senza andare all’Università, tutte le persone Under 26 potranno avere uno sconto del 25% sul mensile o annuale. Stesso sconto per gli Over 65, mentre chi appartiene a nuclei famigliari con attestazione ISEE non superiore a 6,000 euro, avranno una decurtazione pari all’85%. I minori di 14 anni viaggeranno gratis.

Mensile e annuale

Gli abbonamenti a lungo periodo rimarranno validi fino allo scadere degli stessi, pertanto chi ha fatto l’annuale a gennaio 2019 non dovrà preoccuparsi fino a gennaio 2020.

Sì, ma alla fine, conviene?

I cambiamenti sono molti, così come i prezzi aumentati. L’integrazione di Rho Fiera nella fascia base è senza dubbio una piacevole aggiunta per chi prende i mezzi saltuariamente o chi una volta all’anno va alla Fiera dell’Artigianato o al Salone del Mobile, ma non tange le migliaia di pendolari che ogni giorno si recano nella metropoli dal vasto hinterland. Il prezzo dal capolinea della Rossa è diminuito sul biglietto singolo, ma non sugli abbonamenti, che continueranno a intendere la tariffa urbana alla vecchia maniera.

In dettaglio:

• Urbano 1,50€ > 2,00€ (comprende però Rho Fiera e può essere utilizzato più volte nella sua durata)
• Giornaliero 4,50€ > 7,00€
• Settimanale 11,30€ > 17,00€
• Mensile Urbano 35€ > 39€
• Mensile Mi1-Mi3 50€
Annuale Urbano 330€ RIMANE INVARIATO (è escluso Rho Fiera)
• Annuale Mi1-Mi3 460€

A chi finora è andato avanti di mensile in mensile, consigliamo caldamente di passare all’annuale, perché avrà un risparmio di oltre 130€ (senza contare le chilometriche file il primo del mese per il rinnovo). Infine vi avvisiamo che i biglietti acquistati prima del 15 luglio, avranno 90 giorni di validità a partire da questa data, quindi dovranno essere utilizzati entro il 12 ottobre 2019.






<