ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
BLOG

Tutto quello che c'è da sapere sull'Area B 01/03/2019
Tutto quello che c'è da sapere sull'Area B

Da pochi giorni ormai è ufficialmente attiva l’Area B, ma molti ancora non sanno bene cosa sia o come funzioni. Facciamo un po’ di luce sull’argomento.

Che cos’è?
L’Area B è la Ztl più estesa d’Italia, comprende gran parte del suolo meneghino e ben il 98% della popolazione residente. Operativa dal 25 febbraio 2019, impedirà alle vetture più inquinanti (e vecchiotte) di accedere in città, limitando così le emissioni dannose per l’ambiente. Attualmente attivi 16 varchi, entro il 2026 si ipotizza una copertura pari al 72% del territorio.

Chi riguarda e quando?
Il divieto d’ingresso in città interessa le seguenti classi di veicoli: benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2 e 3, moto a due tempi euro 0, 1 e veicoli ingombranti superiori a 12 metri. Il divieto è valido da lunedì a venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, festivi esclusi. Il secondo step scatterà il prossimo primo ottobre e riguarderà lo stop ai diesel euro 4 (che sono già vietati in Area C dal 2017) e moto e ciclomotori a gasolio euro 0 e 1.

Le sanzioni e i permessi
Ogni residente a Milano avrà diritto nel 2019 a un pacchetto di 50 ingressi liberi nell’Area B (e 25 accessi nel 2020) senza incorrere in sanzioni. Al momento del primo passaggio, se il mezzo è di quelli vietati, riceverà l'invito a iscriversi al portale per gestire la propria posizione e tenere d'occhio il numero di passaggi rimanenti. Bisogna però fare attenzione: perché se il vostro mezzo è di quelli vietati (fino a euro 3 diesel) anche se non verrete multati per Area B potrete essere multati per i divieti regionali previsti dai provvedimenti emergenziali del piano anti-inquinamento, in vigore fino al 31 marzo, e che in questa fase coincidono con Area B (ovvero arrivano fino agli euro 3). In questo caso la sanzione è di 160 euro, il doppio previsto per Area B. Esaurito il bonus Area B ci sarà addirittura il rischio di incorrere in due multe (da 160 e da 80 euro).

Categorie agevolate
Sono previste delle deroghe per agevolare la transizione verso un mondo più pulito alle seguenti categorie: chi espone il contrassegno invalidi, con titolare a bordo, le autoambulanze, i mezzi delle forze armate, di polizia e vigili del fuoco. I mezzi degli ambulanti euro 3 e 4 senza fap potranno circolare fino a tutto il 2020 previa installazione di un apparecchio che registrerà i chilometri percorsi.




01/03/2019
Tutto quello che c'è da sapere sull'Area B

Da pochi giorni ormai è ufficialmente attiva l’Area B, ma molti ancora non sanno bene cosa sia o come funzioni. Facciamo un po’ di luce sull’argomento.

Che cos’è?
L’Area B è la Ztl più estesa d’Italia, comprende gran parte del suolo meneghino e ben il 98% della popolazione residente. Operativa dal 25 febbraio 2019, impedirà alle vetture più inquinanti (e vecchiotte) di accedere in città, limitando così le emissioni dannose per l’ambiente. Attualmente attivi 16 varchi, entro il 2026 si ipotizza una copertura pari al 72% del territorio.

Chi riguarda e quando?
Il divieto d’ingresso in città interessa le seguenti classi di veicoli: benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2 e 3, moto a due tempi euro 0, 1 e veicoli ingombranti superiori a 12 metri. Il divieto è valido da lunedì a venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, festivi esclusi. Il secondo step scatterà il prossimo primo ottobre e riguarderà lo stop ai diesel euro 4 (che sono già vietati in Area C dal 2017) e moto e ciclomotori a gasolio euro 0 e 1.

Le sanzioni e i permessi
Ogni residente a Milano avrà diritto nel 2019 a un pacchetto di 50 ingressi liberi nell’Area B (e 25 accessi nel 2020) senza incorrere in sanzioni. Al momento del primo passaggio, se il mezzo è di quelli vietati, riceverà l'invito a iscriversi al portale per gestire la propria posizione e tenere d'occhio il numero di passaggi rimanenti. Bisogna però fare attenzione: perché se il vostro mezzo è di quelli vietati (fino a euro 3 diesel) anche se non verrete multati per Area B potrete essere multati per i divieti regionali previsti dai provvedimenti emergenziali del piano anti-inquinamento, in vigore fino al 31 marzo, e che in questa fase coincidono con Area B (ovvero arrivano fino agli euro 3). In questo caso la sanzione è di 160 euro, il doppio previsto per Area B. Esaurito il bonus Area B ci sarà addirittura il rischio di incorrere in due multe (da 160 e da 80 euro).

Categorie agevolate
Sono previste delle deroghe per agevolare la transizione verso un mondo più pulito alle seguenti categorie: chi espone il contrassegno invalidi, con titolare a bordo, le autoambulanze, i mezzi delle forze armate, di polizia e vigili del fuoco. I mezzi degli ambulanti euro 3 e 4 senza fap potranno circolare fino a tutto il 2020 previa installazione di un apparecchio che registrerà i chilometri percorsi.






<